Zum Inhalt springen
L’origine
Le persone con
il proprio mestiere artigianale
Il marchio di qualità

Longeole IGP

Area geografica

La zona di lavorazione e produzione della Longeole corrisponde ai confini del Canton Ginevra. La nascita, l'ingrasso, la macellazione e il taglio dei maiali devono avvenire in Svizzera.

Produzione

La Longeole IGP è prodotta con una miscela di carne di maiale, guanciale o coppa e cotenna cruda. Questa miscela viene macinata in grani di circa 5 - 8 mm. Poi sono d'obbligo i semi di finocchio interi, sale e pepe bianco, ma il macellaio può aggiungere anche vino bianco, aglio o altre spezie. L'impasto è inserito in un budello di maiale o manzo e poi chiuso con uno spago che porta i colori dello stemma di Ginevra (rosso e giallo). La Longeole IGP deve poi riposare appesa per almeno 12 ore a temperatura ambiente. La Longeole IGP ha una consistenza solida e un gradevole aroma di finocchio. Siccome la cotenna è aggiunta durante la lavorazione, la Longeole IGP deve essere cotta piuttosto a lungo (fra 2,5 e 3 ore) per fare in modo che la cotenna diventi molto cremosa.

Storia

La Longeole arrivò a Ginevra con i fuggitivi Ugonotti dal delfinato (1685-1705) e quindi entrò nelle cucine locali. Secondo la tradizione orale, la Longeole sarebbe stata inventata da Père Longeot, un monaco dell'Abbazia di Pommier. Egli avrebbe avuto l'idea di arricchire il normale impasto della salsiccia con una manciata di semi di finocchio locali e con cotenna. La Longeole IGP è una specialità tipica di Ginevra e spesso è servita con un gratin di cardo detto Cardon épineux DOP.