Zum Inhalt springen
L’origine
Le persone con
il proprio mestiere artigianale
Il marchio di qualità
Munder_Safran_S_1.jpg
Munder_Safran_S_2.jpg

Area geografica

La lavorazione, l'essiccazione e la preparazione delle erbe avviene esclusivamente nei Comuni Mund, Birgisch, Naters, Brig-Glis, Betten, Bitsch, Bister, Filet, Gondo/Zwischbergen, Mörel, Riederalp, Ried-Brig, Simplon-Dorf e Termen. L'area di coltivazione del Munder Safran DOP è limitata ai campi del Comune Mund nel Canton Vallese.

Produzione

Il Munder Safran DOP viene ricavato esclusivamente dai pregiati bulbi di croco di tipo Crocus sativus L. Tutte le fasi lavorative della coltivazione, della raccolta e dell‘essiccazione delle erbe vengono svolte a mano, come in passato. La piantagione dei bulbi deve avvenire al più tardi entro la metà di settembre. La raccolta dei fiori deve svolgersi a mano da settembre a novembre, in un periodo di non oltre tre giorni dalla fioritura. Le erbe vengono rimosse al più tardi il giorno stesso con le unghie dai fiori. Vengono poi essiccate all'aria per almeno 48 ore, protette dalla luce. Per la loro conservazione, vengono impiegate piccole conserve in contenitori di vetro richiudibili. Per ottenere un grammo di questa pregiata spezia, sono necessari circa 180 fiori.

Storia

In passato lo zafferano veniva coltivato in diverse regioni della Svizzera. Una citazione scritta della piantagione di zafferano risale al 14° secolo a Basilea. La coltivazione di zafferano nel Vallese Superiore ha una lunga tradizione. Negli archivi comunali, a Mund le colture di zafferano vengono citate per la prima volta nel 1870, ma probabilmente risalivano già a molto tempo prima. Oggi la coltivazione di zafferano ha luogo solo a Mund, dove riscuote ancora l‘interesse di una grande maggioranza degli abitanti. Questi si sono uniti in un'associazione per mantenere la produzione locale di zafferano. Questa si svolge su una superficie totale di circa 14'000 mq.

Commento
La raccolta viene distribuita principalmente attraverso la vendita diretta oppure lavorata dagli esercizi commerciali o gastronomici della regione.