Zum Inhalt springen
L’origine
Le persone con
il proprio mestiere artigianale
Il marchio di qualità

Controlli e certificazione

È possibile solo l'uso di una denominazione di origine (DOP) o indicazione geografica protetta (IGP) se il prodotto è conforme ai termini della sua specifica funzionale. Per garantire la conformità, un'autorità di certificazione neutrale e indipendente controlla le direttive di produzione, trasformazione e raffinazione contenute nelle specifiche (Art. 18 del regolamento DOP/IGP). I requisiti minimi per il controllo delle denominazioni di origine protetta e delle indicazioni geografiche protette sono stabilite dal regolamento SR 910.124 dell’11 giugno 1999.

I controlli permettono le seguenti garanzie:

  • Conformità con il processo di produzione, trasformazione e raffinazione.
  • Tracciabilità del prodotto in tutte le fasi di lavorazione.
  • Monitoraggio di tutti i prodotti DOP o IGP.
  • Presenza delle caratteristiche tipiche del prodotto.

 

Controlli effettuati

  • Ispezioni regolari nelle operazioni di trasformazione e raffinazione per il controllo delle condizioni di produzione.
  • Analisi chimica e fisica per controllare la composizione dei prodotti.
  • Analisi organolettiche (degustazione) per determinare le caratteristiche di sapore dei prodotti.
  • Esame di indicazioni rilevanti per DOP o IGP attraverso gli impianti di produzione e di trasformazione.

Almeno ogni due anni un'ispezione non annunciata alle operazioni di trasformazione e raffinazione (requisito minimo secondo il regolamento DOP/IGP). Tuttavia, questi controlli sono solitamente effettuati più spesso.

Organismo di certificazione

La responsabilità dei controlli è affidata a un organo di certificazione neutrale e indipendente determinato dal raggruppamento dei soggetti inoltranti richiesta. L'organismo di certificazione deve essere conforme alla norma EN 45011, che si inserisce nelle norme ISO. In Svizzera, gli organismi di certificazione sono accreditati dall'Ufficio federale di metrologia e di accreditamento (METAS) per la loro indipendenza, imparzialità e competenza.

La scelta di un organismo di certificazione per un determinato prodotto deve possedere una visione complessiva dei marchi DOP e IGP ed essere in grado di testimoniare che i prodotti DOP e IGP sono prodotti, trasformati e raffinati secondo le specifiche.

Al fine di garantire la serietà, i controlli vengono effettuati sotto la supervisione del Servizio di accreditamento svizzero (SAS) e l'Ufficio federale dell'agricoltura (UFAG). Questi due organismi sono responsabili dell'approvazione dei sistemi di controllo dei singoli prodotti e della loro revisione periodica.

Esistono diversi organismi di certificazione per i prodotti DOP o IGP. L’Organismo intercantonale di certificazione (OIC), che è stato fondato da alcuni cantoni, e la società ProCert sono specializzati nella certificazione DOP e IGP. Entrambe le organizzazioni sono accreditate per certificare i processi di produzione, trasformazione e raffinazione delle denominazioni di origine e delle indicazioni geografiche. L'Ufficio federale dell'agricoltura riconosce organismi di certificazione esteri, se soddisfano i requisiti svizzeri.

I prodotti con una denominazione di origine protetta (DOP) o indicazione geografica protetta (IGP) sono controllati scrupolosamente.